PFAS: che cosa sono, dove si trovano e come difendersi? - GocciaSana - Goccia Sana

Goccia sana il nostro blog - Goccia Sana

Spedizione Gratis 24/48 | Assistenza 24/7 | +39 388 3677 833 | +39 388 3677 833
+39 044 453 2345 | +39 044 453 2345
shopping
gocciasana
Vai ai contenuti

PFAS: che cosa sono, dove si trovano e cosa provocano?

Goccia Sana
Pubblicato da GocciaSana in Salute e Benessere · 23 Luglio 2020
Tags: pfasvenetoveronavicenzapadovarovigofaldeacquifere




Come potete vedere in questo articolo e nello studio svolto dal CNR nel 2017 che puoi consultare in questo link, i PFAS sono delle sostanze altamente nocive che stanno contaminando delle grosse aree del nostro Paese. Ma andiamo più nel dettaglio:

  • Che cosa sono i PFAS?

PFAS è la sigla di Sostanze Perfluoro Alchiliche, cioè una tipologie di sostanze chimiche acide in forma liquida utilizzate nell'industria e che hanno la caratteristica di essere molto resistenti al naturale processo di degradazione.
Vengono usate per la concia delle pelli, nella lavorazione di carta e cartone, nel rivestimento delle padelle antiaderenti e nel trattamento dei tappezzerie.
Il PFOA e  il PFOS sono dei PFAS utilizzati per la produzione di schiume antincendio e permangono nell'ambiente per 5 anni circa.

  • Dove si trovano i PFAS?

I PFAS hanno contaminato numerose falde acquifere e di conseguenza possiamo trovarne traccia nelle coltivazioni, negli allevamenti, e in tutti quei prodotti che da essi derivano: praticamente la quasi totalità del cibo che arrriva nelle nostre tavole.
Come se non bastasse,si possono trovare anche nell'acqua del nostro rubinetto.
Se inizialmente questo pericoloso disastro ambientale era circoscritto soprattutto in Veneto, ora sempre più regioni stanno riscontrando evidenti tracce nel loro territorio.
Come puoi leggere nel sito della Regione Emilia Romagna, il Ministero della Salute sta cercando di arginare il problema con delle normative sempre più stringenti, ma l'emergenza non sembra rallentare.
In particolare, dagli studi fatti sulla popolazione maggiormente esposta, emerge che su un campione di 25000 veneti esaminati, ben 16400 presentano una malattia correlata con la presenza di Pfas nell’organismo!

Come cita il sito della Regione Emilia Romagna: "Se fino a qualche anno fa il “problema Pfas” era limitato ad un’area geografica molto circoscritta, oggi i risultati analitici delle acque dei fiumi ci dicono che l’inquinamento è più diffuso. A rilevarli sono state le centraline piazzate lungo il corso del fiume Po, all’altezza del comune rodigino di Castelmassa, al confine con la Lombardia, e in località Corbola, più vicina al Mar Adriatico, al confine con l’Emilia-Romagna. In Piemonte Legambiente da settimane è attiva e chiede alle autorità l’accesso ai dati ambientali relativi alla presenza di Pfas in provincia di Alessandria: l’osservato speciale qui è lo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo"

  • Quali sono le conseguenze che i PFAS comportano alla nostra salute?

I danni provocati dai PFAS sulla nostra salute sono molteplici. Come descritto da Legambiente, il primo effetto avverso è che queste sostanze si accumulano nel nostro organismo, interferendo nell'apparato endocrino e di consueguenza su tutti quei processi che coinvolgono gli ormoni inclusa la fertilità.
Inoltre c'è un'altissima possibilità di incorrere in patologie gravi come: cancro ai reni, cancro ai testicoli, malattie alla tiroide, ipertensione gravidica, colite ulcerosa, aumento del colesterolo etc.
I PFAS interferiscono nei normali processi intercellulari causando quindi la nascita di cellule tumorali e sono una preoccupante causa di patologie neonatali, malformazioni e anomalie del sistema nervoso e cardiocircolatorio.


  • PFAS: come difendersi? Come eliminarli?

Ovviamente occorre in primis che il problema venga arginato alla fonte, e che le industrie riducano l'utilizzo di queste sostanze per diminuirne la contaminazione a tutto il territorio circostante.
Nel frattempo, però, dobbiamo cercare anche noi di tutelarci nel nostro piccolo: certo, una soluzione potrebbe essere quella di usare solo l'acqua in bottiglia, ma abbiamo visto in diversi articoli quanto possa essere controproducente questa soluzione a livello economico, logistico, ambientale e non per ultimo per la nostra salute, perchè se da una parte l'acqua in bottiglia non contiene i PFAS, contiene però tante altre sostanze estremamente dannose per la nostra salute (microplastiche, arsenico, nitrati eccetera).
La soluzione più efficacie, duratura, che ha meno impatto a livello ambientale, economico ma sopratutto migliore per la salute nostra e della nostra famiglia, è quella di utilizzare un impianto domestico di depurazione per l'acqua a osmosi inversa o a microfiltrazione, perchè grazie a esso potrai eliminare tutte quelle sostanze nocive per il corpo mantenendo però le qualità organolettiche e i sali minerali utili per il buon funzionamento del nostro corpo.



Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Copyright © 2021 - www.gocciasana.it | P.iva 04621420233  |  Privacy policy
www.gocciasana.it

+39 388 36 77 833  
+39 044 21724 677

info@gocciasana.it
Goccia Sana è leader nella purificazione dell'acqua con i migliori depuratori a osmosi inversa del mercato per rimuovere residui, batteri, PFAS e metalli pesanti.
Scopri subito i prezzi visitando il nostro sito, otterrai assistenza pre e post vendita garantita.  

Newsletter
Pagamenti
I metodi di pagamento che accettiamo.
Informazioni
Copyright © 2021 - www.gocciasana.it
P.iva 04621420233
Torna ai contenuti